venerdì 13 marzo 2015

OLIO ESSENZIALE DI MIRRA, ANTIRUGHE e COLLUTTORIO

OLIO ESSENZIALE di MIRRA, per le SCREPOLATURE DELLA PELLE, come COLLUTTORIO e MASCHERA ANTIRUGHE


La mirra è una gommoresina che fuoriesce dalle incisioni sui rami, nodosi e duri, e sul tronco dell’omonimo albero (Commiphora myrrha), originario delle regioni semiaride dell’Arabia e dell’Africa nord orientale. La resina, dapprima giallognola,  a contatto con l’aria assume una forma solida, dando luogo a piccole gocce chiamate lacrime che, seccandosi, prendono un colore rosso-mattone.
Insieme all’incenso, la mirra è utilizzata da più di tremila anni in incensi, profumi e prodotti  di bellezza. Era utilizzata, in battaglia, dai Greci per curare le ferite, gli Egizi la bruciavano tutti i giorni, a mezzogiorno, per adorare il Dio Sole ed era impiegata nell’imbalsamazione. Per la sua proprietà di conservazione la utilizzavano anche come prodotto cosmetico (una ricetta di una maschera per il viso, a base di mirra, risale al 1580 a.C.).
Nella tradizione erboristica occidentale, la mirra è sempre stata utilizzata in caso di sanguinamento delle gengive, per curare le ulcere della bocca e il mal di gola. Nel Medioevo si utilizzava una miscela di mirra in polvere e aloe per preservare i denti dalla carie.

COSA CONTIENE E QUALI SONO LE SUE PROPRIETA’

La mirra è composta principalmente da resine e da oli essenziali con proprietà CICATRIZZANTI, DISINFETTANTI, ANTISETTICHE, ESPETTORANTI, ANTIMICOTICHE e ANTINFIAMMATORIE.

COME SI UTILIZZA   
                                                             
La mirra esiste in TINTURA MADRE, anche se è difficile reperirla, e può essere utile in caso di gengive sanguinanti e infiammazioni della bocca. Si diluisce un cucchiaio di tintura madre in un po’ d’acqua e si effettuano sciacqui e gargarismi, fino a miglioramento.
Di più facile utilizzo e reperibilità è l’OLIO ESSENZIALE DI MIRRA che si può utilizzare per le screpolature della pelle e alcuni tipi di funghi della pelle. Si aggiungono 20 gocce di olio essenziale a 50 ml di olio di mandorle dolci e si unge la parte interessata. Si può utilizzare per le screpolature tra le dita dei piedi e in caso di piede d’atleta, in questo caso si può miscelare l’olio con il gel di aloe vera, lasciando il piede all’aria fino a completo assorbimento. 
Anche l’olio essenziale si può utilizzare nelle ulcere della bocca e nelle gengiviti, semplicemente aggiungendo 5 gocce di olio essenziale in mezzo bicchiere d’acqua con cui effettuare dei gargarismi e sciacqui.
Per tosse e raffreddore utilizzare 1 o 2 gocce negli umidificatori o 5 gocce nell’acqua calda dei suffumigi. Come detto sopra, l’olio essenziale di mirra, veniva utilizzato in maschere di bellezza per la sua capacità conservativa, proprio per questo motivo si possono aggiungere 3 gocce ad una crema neutra o alla crema di calendula, è una crema anti-età, da applicare su viso e collo. 
Per le emorroidi è utile un semicupio (immergere la parte) con due litri d’acqua a cui si aggiungono 10 gocce di olio essenziale di mirra, immergete la parte per almeno 15 minuti.
L’olio essenziale di mirra viene utilizzato per la preparazione dei dentifrici e dei colluttori per la sua azione sfiammante e disinfettante.

MASCHERA DI BELLEZZA ANTIRUGHE

Occorrente: 1 cucchiaino da tè di tuorlo d’uovo, 1 cucchiaino di miele, 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci, olio di rosa mosqueta o di avocado, 3 gocce di olio essenziale di mirra. Miscelate gli ingredienti e spalmate sul viso tenendo in posa per 15 minuti e risciacquate con acqua tiepida.  A questa maschera potrete aggiungere o sostituire l’uovo con mezza carota frullata.

COLLUTTORIO NATURALE FAI-DA-TE

Colluttorio fai-da-te:  acqua bollita (un bicchiere) o distillata, mezzo cucchiaio di bicarbonato di sodio (sbiancante, alcalinizza il cavo orale e rinfresca l’alito), 3 gocce di olio essenziale di menta piperita e 3 gocce di olio essenziale di mirra, 3 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano e 3 gocce di olio essenziale di salvia. La menta lo rende rinfrescante, ma si può adattare al gusto individuale, sostituendo l’olio essenziale di chiodi di garofano a quello di limone o d’arancio, per esempio. Conservate il colluttorio in una bottiglietta di vetro e agitate prima dell’uso.

PRECAUZIONI.  La mirra, in dosi elevate, può causare sudorazione, nausea, vomito e accelerazione del battito cardiaco. A bassi dosaggi è un olio ben tollerato ma è sconsigliato l’uso interno.

Scritto da Angela Ballarati
Metti “mi piace” sulla mia pagina facebook: benessere natural-mente
Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a scopo informativo, si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare, evitare in caso di ipersensibilità accertata verso uno dei componenti. I suggerimenti e le indicazioni descritte in quest'articolo non intendono in alcun modo sostituire le terapie consigliate dal proprio medico curante. L'autrice non è responsabile delle possibili conseguenze legate all'incompleta od erronea interpretazione del testo. Le foto e i testi sono riproducibili, non a scopo di lucro, altrove, solo citando la fonte: autore e link attivo del blog. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché è aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto , non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. 





.



Nessun commento:

Posta un commento