giovedì 16 ottobre 2014

ZUCCA E SEMI DI ZUCCA: PROPRIETA' e BENEFICI


 La ZUCCA è indicata nelle DIETE IPOCALORICHE, controlla la GLICEMIA, è lenitiva del tratto gastrointestinale per le mucillagini contenute e favorisce il transito intestinale 
I SEMI sono preziosi per la salute della PROSTATA.



I piatti preparati con la zucca sono pressochè infiniti. Dai ravioli al risotto, trova largo impiego in cucina. Ma l'interesse per questo frutto non si ferma all'uso culinario, se ne utilizzano le foglie e i fiori nei decotti e i semi, vengono largamente usati in fitoterapia. Vediamo perchè.

La pianta della zucca, Cucurbita Maxima, appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae, famiglia che comprende anche il cetriolo, il melone, le zucchine ed il cocomero; è una pianta annuale, originaria dell'America Meridionale, dal fusto rampicante o strisciante con grandi foglie a forma di cuore e fiori di colore giallo vivo. Il frutto della zucca si chiama peponide e può avere forma sferica, a pera, allungata e, oltre alla forma, variano anche le dimensioni e il peso. Negli Stati Uniti ogni anno, si svolgono concorsi che premiano la zucca commestibile più grossa: si arriva a zucche di 150 Kg. All'interno della zucca, si trovano numerosi semi ovali, appiattiti. Le zucche sono coltivate in zone a clima temperato e i frutti si raccolgono a fine estate, tardo autunno, i fiori e le foglie in autunno.

COSA CONTIENE la ZUCCA e quali sono gli EFFETTI BENEFICI.

La polpa dal colore arancione ci parla del prezioso contenuto in BETACAROTENE, precursore della vitamina A (sostanza che l'organismo utilizza per ricavare la vitamina A), di cui la zucca è molto ricca. Contiene MUCILLAGINI, lenitive per il tratto gastrointestinale ma anche per le vie respiratorie e lassative. Le mucillagini sono considerate anoressizzanti per la loro capacità di assorbire acqua e dilatare le pareti dello stomaco apportando senso di sazietà. Altri componenti sono i glucosidi, la VITAMINA E ed OLIGOELEMENTI, preziosi antiossidanti come il SELENIO, importante sostanza dal comprovato effetto antinvecchiamento, ma anche MANGANESE, ZINCO e RAME. 
Uno studio condotto sui Nativi americani, che con la loro occidentalizzazione alimentare hanno registrato un aumento vertiginoso dei casi di DIABETE e SOVRAPPESO, ha concluso che la loro dieta, costituita da mais, fagioli e zucca, era vincente; soprattutto per l'apporto nutrizionale della zucca, utile nel mantenere i livelli glicemici sanguigni nella norma, ma anche nel controllo del peso e dell'ipertensione.

I SEMI di ZUCCA, preziosi alleati della salute

Capitolo a parte per i PREZIOSISSIMI semi. Oltre che per uso alimentare, i semi di zucca vengono largamente utilizzati in fitoterapia. La Commissione Europea cita come rimedio efficace i semi di zucca in caso di ingrossamento della prostata e di vescica irritabile. Nei paesi dell'area tedesca sono alla base di diversi medicinali per la cura dei disturbi urologici e della prostata.
I componenti principali sono gli ACIDI GRASSI, linoleico e oleico, i “SALVACUORE”, ma anche carotenoidi e minerali come il ferro, lo zinco, il fosforo, il magnesio e il manganese. 
Aggiunti, opportunamente macinati (in un macinino da caffè), alle pietanze, possono fornire la dose quotidiana di OMEGA 3 senza assumere prodotti animali, come l'olio di fegato di merluzzo. 
Nella tradizione popolare sono sempre stati usati nelle problematiche prostatiche ma anche come antielmintici (combattono i vermi intestinali) e nei problemi di enuresi notturna nei bambini. 
E' stato dimostrato che i semi di zucca provocano l'espulsione dei parassiti per la presenza di un amminoacido, la cucurbitina, senza provocare effetti indesiderati e in assenza di controindicazioni. 
Il loro consumo è indicato come preventivo per le affezioni prostatiche, 1 o 2 cucchiaini al giorno interi o macinati, e anche l'olio di semi di zucca viene impiegato in fitoterapia per gli stessi motivi. 
Quando acquistate una zucca, meglio intera, non gettate i semi ma fateli essiccare su un panno, usufruirete di tutti i benefici di questo ricco frutto autunnale.

QUANDO e COME USARE LA ZUCCA E I SUOI DERIVATI...
  • Come ALIMENTO la zucca trova impiego in molti piatti: tortelli, minestre, risotti, gnocchi … in linea di massima, le stesse ricette delle patate si possono applicare alla zucca.
    Le calorie apportate dalla polpa sono veramente pochissime, quindi sono indicate nelle diete ipocaloriche anche per la ricchezza in fibre che facilitano il transito intestinale.
  • Il SUCCO, come quello della carota, può essere ottenuto centrifugando la polpa, è un buon diuretico con effetto anche lassativo, che alcuni medici nutrizionisti consigliano di bere al mattino a digiuno. Per il contenuto in betacaroteni è utile alla vista, per cui berne il succo aiuta quando si presentano disturbi della visione.
  • DECOTTO di FOGLIE. Il decotto si ottiene portando a ebollizione (lasciate bollire per 10 minuti) 20 g di foglie fresche in 100 ml di acqua con un pizzico di sale, filtrate e bevete. UTILE in caso di diarrea.
  • DECOTTO di FIORI. Portare a ebollizione 20 g di fiori freschi in 100 ml di acqua, lasciare cuocere per 10 minuti e filtrare. Usato in caso di tosse, per le mucillagini lenitive ed emolliente.
MEDICINA POPOLARE

Nella tradizione sono presenti medicamenti per combattere l'ASMA BRONCHIALE: un cucchiaino di pasta della radice, con un cucchiaino di miele per un mese.
Anche la polpa rappresentava un rimedio per la stessa problematica: mangiare ogni giorno ½ kg di zucca cotta al vapore, mescolata con miele, riportano gli antichi, apportava miglioramenti.

Scritto da Angela Ballarati.

Metti "mi piace" alla mia pagina facebook: Benessere Natural-mente
VISITA IL MIO BLOG: Benessere-natural-mente.blogspot.it
Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a scopo informativo, si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare, evitare in caso di ipersensibilità accertata verso uno dei componenti. I suggerimenti e le indicazioni descritte in quest'articolo non intendono in alcun modo sostituire le terapie consigliate dal proprio medico curante. L'autrice non è responsabile delle possibili conseguenze legate all'incompleta od erronea interpretazione del testo. Le foto e i testi sono riproducibili, non a scopo di lucro, altrove, solo citando la fonte: autore e blog. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché è aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto , non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. 

Nessun commento:

Posta un commento