lunedì 21 luglio 2014

OLIO ESSENZIALE DI ARANCIO AMARO: PROPRIETA' e UTILIZZO.

Olio essenziale di arancio amaro e aromaterapia: come usarlo, proprietà e indicazioni



Da millenni le essenze sono state sfruttate per le loro proprietà antisettiche e antimicrobiche. Gli oli essenziali sono sostanze aromatiche prodotte da piante (foglie, fiori, buccia dei frutti, resina, legno e fiori), molto odorosi, oleosi e molto volatili, cioè all'aria evaporano rapidamente. Solubili in oli e in alcol, sono insolubili in acqua e infiammabili. Rappresentano la componente più sottile della pianta, l'informazione energetica, in un certo senso la sua “anima”. Essendo molecole odorose, sono catturate dal nostro olfatto, il senso più primitivo e usato per la sopravvivenza (il neonato infatti, riconosce la madre dall'odore) ma altre vie di assorbimento sono costituite dalla pelle col massaggio, e dal respiro con l'inalazione (pensate ai suffumigi). La modalità di assunzione per via orale è molto delicata e sconsigliata per gli effetti collaterali, riservata alla prescrizione medica.

Olio essenziale di arancio dolce e amaro: frizioni utili per trattare la cellulite, calmante per l'ansia e nervosismo

Metodi d'uso degli oli essenziali di arancio

Le modalità di utilizzo più usate sono: massaggio, bagno, fumenti, impacchi, pediluvi, diffusione nell'ambiente. Per il   massaggio le essenze vanno aggiunte ad un olio vettore (puri gli oli essenziali possono dar luogo a irritazioni). Gli oli che si possono utilizzare sono vari: olio di sesamo, di jojoba,  di germe di grano... Grosso modo possiamo aggiungere 3/5 gocce di o.e a due cucchiai di olio vettore. Per essenze forti quali il timo, la cannella, in generale le spezie aggiungere una sola goccia.
Nell'acqua calda della vasca da  bagno si utilizzano 4/5 gocce con i sali.
Per i fumenti bastano 3 gocce per affezioni respiratorie. Per impacchi, versare qualche goccia di essenza in acqua e immergere una pezzuola che poi applicherete sulla parte interessata. Per pediluvi in acqua calda o fredda, versare 4/5 gocce. 

Nei diffusori per ambienti per donare un'atmosfera più piacevole, calmare o stimolare. 
Gli ammolli in acqua, tipo semicupo, sono utili in caso di emorroidi e infiammazioni genitali. Evitare il contatto con gli occhi o nelle immediate vicinanze, mai usarli puri  è sconsigliato l'uso coi bambini piccoli.

Proprietà dell'olio essenziale di arancio

Il nome botanico dell'arancio amaro è Citrus Aurantium e si ottiene dalla spremitura a freddo delle scorze esterne, fresche, dei frutti, 10 giorni prima della loro completa maturazione. Pensate che per un chilo di olio essenziale, sono necessarie 1700 arance.
Nella medicina cinese l'arancio amaro viene impiegato nel trattamento del prolasso uterino e anale, disturbi gastro-intestinali. Come la quasi totalità degli oli essenziali, è antisettico e battericida.
L'olio essenziale di arancio amaro è astringente e stimola il metabolismo, è antispasmodico, sedativo, diuretico
tonico del cuore, depurativo, antinfiammatorio, fungicida e stomachico (stimola la digestione favorendo di riflesso l'appetito).
Viene indicato per stanchezza, insonnia, disturbi nervosi (aiuta a calmare ansie e insicurezze), disturbi digestivi, dermatiti, rughe e pelle atonica, gengiviti e mal di gola. Stimola il sistema linfatico e quindi è utile nella ritenzione idrica. In caso di dolori muscolari o articolari ma anche su punture di insetti è possibile frizionare una miscela di olio di oliva (estremamente dermoaffine) e qualche goccia di o.e

E' un valido aiuto contro la cellulite, basta frizionare l'olio essenziale, sempre in olio di oliva, sulle parti da trattare.
Precauzioni e controindicazioni: è generalmente atossico, non irrita e non causa sensibilizzazione ma come per tutti gli agrumi se ne sconsiglia l'uso per uso esterno prima dell'esposizione al sole.

Olio essenziale di Arancio dolce: aiuto in caso di cellulite

L' arancio dolce, Citrus Sinensis, appartenente come quello amaro alla famiglia delle rutaceae,  viene estratto per spremitura o per distillazione. Dalla  spremitura si ottiene un olio migliore, con un aroma più intenso e vengono eliminati i rischi di adulterazione. 
E' componente essenziale di prodotti che agiscono sull'adiposità localizzata e sul ristagno linfatico, utile quindi, per attenuare i segni della cellulite.  
Utilizzato in olio di mandorle dolci (5 gocce in 30 ml) è un valido aiuto in caso di problemi gastro-intestinali tramite massaggio sulla zona addominale. 
Sempre 5 gocce in olio di rosa mosqueta, donano alla pelle del viso luminosità, rigenerando le pelli mature e spente. 
Il largo uso in campo alimentare e farmaceutico conferma che sia un olio ben tollerato e generalmente atossico. 
ATTENZIONE.Il limonene presente può causare dermatiti in soggetti sensibili e la fototossicità degli agrumi pone il limite dell'utilizzo prima di esporsi al sole.
Autore: Naturopata Angela Ballarati


Metti “mi piace” sulla mia pagina facebook: benessere natural-mente
.Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a scopo informativo, si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare, evitare in caso di ipersensibilità accertata verso uno dei componenti. I suggerimenti e le indicazioni descritte in quest'articolo non intendono in alcun modo sostituire le terapie consigliate dal proprio medico curante. L'autrice non è responsabile delle possibili conseguenze legate all'incompleta od erronea interpretazione del testo. Le foto e i testi sono riproducibili, non a scopo di lucro, altrove, solo citando la fonte: autore e blog. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché è aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto , non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.
 



Nessun commento:

Posta un commento